Tag

, , , ,

Scrivere RosaGuilty Pleasure: il mio tallone d’Achille letterario, le letture a cui non so resistere

«Ciao, ti va di scrivere un manuale?»
Così è partita la telefonata tra me e Alessandra Selmi, editor della Editrice Bibliografica.
Ora, qualcuno stava davvero chiamando ME, per chiedermi di scrivere un manuale?
Io?
Un manuale?
Andiamo.

Ovviamente ho risposto di sì.
Voglio dire, chiedere a me, se mi va di scrivere un manuale è un po’ come chiedere a un coccodrillo se gli va di mangiarsi una zebra. O a una cosplayer del Trono di Spade se le va di incontrare Jon Snow.
Io adoro i manuali. Ho perfino creato questa rubrica, per parlare di manuali.
Di tutti i tipi. Figuratevi perciò quale manuale potrebbe essere un guilty pleasure più pleasure, di un manuale scritto da me!
E quindi, mi sono messa al lavoro. Con entusiasmo. Perché quello in questione è un manuale su come si scrive un romanzo rosa. Tornando alle similitudini di prima, sarebbe po’ come chiedere al coccodrillo se la zebra la vuole con contorno di gnu e alla cosplayer se con Jon Snow ci vuole passare un weekend a St Moritz.
Il frutto del mio entusiasmo è stato questo volumetto di circa duecento pagine, fitte fitte, perché le cose da dire sono tantissime. Volevo che si sentisse quanto ho studiato, quanti manuali ho letto, consultato, sottolineato nel corso degli anni, prima di riuscire a scrivere un romanzo degno di essere pubblicato.IMG_2367
Sì esatto, tutti quelli lì. Anche se molti sono ancora nuovi, perché io continuo a comprarne e a leggerne.
E vedendoli, spero a nessuno venga in mente che voglio salire in cattedra e far calare dall’alto i consigli, i suggerimenti contenuti in Scrivere Rosa. Guardate un po’ quanto penso di dover imparare ancora io!
Nelle mie intenzioni, questo manuale serve per spiegare alcune cosette sui romanzi rosa, magari sfatare qualche luogo comune, far sorridere (io non riesco a essere troppo seria nemmeno quando scrivo qualcosa di serio) e aiutare chi ha voglia di cimentarsi in un romanzo d’amore.
Perché per scrivere un romanzo rosa non basta prendere due protagonisti belli, farli conoscere e mostrare loro l’entrata della chiesa. Ma per scoprirlo dovete leggere il manuale.
Quindi, buona lettura e soprattutto… buona scrittura!

Dal 26 ottobre, Scrivere Rosa, Editrice Bibliografica.
“La narrativa di genere rosa negli ultimi anni ha fatto da traino all’editoria e i romanzi sentimentali sono spesso in cima alle classifiche di vendita.
Comunemente, si pensa che per scrivere un romanzo d’amore basti una trama fatta di amori contrastati, romantici baci al tramonto e happy ending. Ma è veramente così?
Edy Tassi, da molti anni lettrice, traduttrice e scrittrice di romanzi rosa, condensa in questo libro la sua esperienza, raccontando e spiegando in modo puntuale, completo e brillante quali sono gli elementi imprescindibili del genere, come sviluppare una storia avvincente, come evitare il tranello dei cliché e, soprattutto, come dare vita a personaggi di cui le lettrici (e gli editori) si innamoreranno.”